Informazioni per lavoratori

Informazioni per i lavoratori

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Un contratto di lavoro che ha lo stesso valore di un contratto di servizio, concordato verbalmente o per iscritto, è vincolante per legge. 

Tuttavia, come regola generale, per l'esercizio di un'attività, il dipendente e il suo datore di lavoro di solito firmano un contratto di lavoro.

 

Nei casi in cui non è stato firmato alcun tipo di contratto di lavoro per iscritto tra il datore di lavoro e il dipendente e nei casi in cui il contratto non possiede tutte le informazioni scritte, come previsto dalla legge, il datore di lavoro è tenuto a dare al dipendente una dichiarazione firmata, entro e non oltre otto giorni lavorativi a partire dall'inizio del rapporto di lavoro.

  • La suddetta dichiarazione firmata deve comprendere:
  • il nome, il numero di registrazione e la sede legale dell'attività di lavoro e il numero della carta d'identità, il sesso e l'indirizzo del dipendente e il luogo di lavoro;
  • la data d'inizio del rapporto di lavoro;
  • il periodo di prova;
  • il salario;
  • le tariffe per gli straordinari;
  • gli orari di lavoro;
  • la periodicità per i pagamenti dei salari;
  • nel caso di un contratto a tempo determinato o indeterminato del rapporto di lavoro, la durata prevista o concordata del contratto;
  • le ferie pagate, le vacanze, i giorni di malattia e altri congedi a cui ha diritto il lavoratore;
  • le condizioni alle quali possono essere inflitte delle sanzioni al datore di lavoro;
  • il titolo, il grado, la natura o la categoria del lavoro per il quale è assunto il lavoratore;
  • i termini di preavviso che devono essere osservati dal datore di lavoro e dal dipendente;
  • il contratto collettivo, se previsto, che disciplina le condizioni di lavoro dell'impiegato; e qualsiasi altra condizione rilevante o applicabile all'occupazione.

Nel caso di un lavoratore che richiede di lavorare all'estero per un periodo superiore a un mese, i documenti sopra indicati devono essere in possesso del lavoratore prima della sua partenza da Malta e devono contenere le seguenti informazioni aggiuntive:

  • la durata del lavoro all'estero;
  • la valuta che utilizzerà per riceve la retribuzione;
  • se richiesto, i vantaggi in denaro dell'impiego all'estero, e
  • se richiesto, le condizioni per il rimpatrio del lavoratore.

Se, dopo l'inizio del rapporto di lavoro, i dettagli o le condizioni di lavoro dettati in questi documenti vengono modificati, il datore di lavoro deve comunicare al dipendente le modifiche (escluse le variazioni effettuate per legge o per l'applicazione del contratto collettivo) per mezzo di una dichiarazione firmata che deve essere consegnata al lavoratore entro e non oltre otto giorni lavorativi dalla data in cui le modifiche entrano in vigore.

Deve essere chiaro che tutti i dipendenti devono essere in possesso delle informazioni contenute nei documenti di cui sopra, mentre sul coinvolgimento, il datore di lavoro dovrebbe spiegare al lavoratore le condizioni di base del lavoro che lo legano con il contratto di lavoro /servizio.

Copie di tali documenti sono conservati dal datore di lavoro. Inoltre, il datore di lavoro ha l'obbligo di mantenere un registro o più registri che mostrano, in relazione a ciascun dipendente:

  • il nome, l'indirizzo, il sesso, il numero della carta d'identità e la data di nascita del dipendente;
  • l'occupazione del dipendente;
  • la data d'inizio del rapporto lavorativo;
  • il tipo di contratto di lavoro, cioè se il contratto è a tempo indeterminato o a tempo determinato e in questo caso stabilire la data di risoluzione del contratto stesso;
  • il tempo durante il quale è impiegato il lavoratore;
  • il tempo, pagato con gli straordinari o tassi più elevati, nel corso del quale è occupato il lavoratore;
  • i periodi di riposo giornaliero e settimanale accordato al lavoratore;
  • il totale delle retribuzioni corrisposte al lavoratore ogni settimana; e
  • qualsiasi modifica o aggiornamento delle condizioni di status occupazionale del dipendente.

Un obbligo importante legato all'informazione è il dovere del datore di lavoro di fornire al "Director for Employment and Industrial Relations" una relazione con tutte le informazioni che il Dipartimento può richiedere in relazione alle condizioni di lavoro dei dipendenti.

Una copia della "Dichiarazione del datore di lavoro", che il datore di lavoro è tenuto a dare al dipendente, in assenza di un contratto di lavoro scritto, è verificabile sul sito web DIER. Se, tuttavia, tale dichiarazione è firmata dal datore di lavoro e dal dipendente, si tratterà di un contratto di lavoro scritto.

In caso di posti vacanti disponibili presso il posto di lavoro il datore di lavoro è tenuto a informare :

  • Dipendenti part-time circa i posti vacanti di lavoro a tempo pieno;
  • Dipendenti a tempo pieno circa posti di lavoro a tempo parziale;
  • Dipendenti con contratto a tempo determinato circa i posti vacanti di lavoro a tempo indeterminato.

Corsi di Inglese