Scopri Malta

Cosa vedere a Malta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'impronta delle diverse epoche storiche e civiltà che hanno abitato l'isola si riflette nelle sue strade e nella sua architettura. Ai tempi dei Cavalieri di San Giovanni la politica di protezione degli artisti europei, vide lo stabilirsi di pittori e scultori nell'isola, e questo rese ancor più fervida l'arte isolana.

Da non perdere

Valletta, la capitale di Malta

Costruita nel 1566, si affaccia sul Porto Grande, ed è uno dei più interessanti esempi di arte barocca. La storia trasuda dai suoi palazzi e le sue fortificazioni, strade e piazzette sprigionano il fascino di culture passate.

Partendo da…

Republic Street è l'asse principale della città, in cui si affacciano molti caffè, negozi e uffici pubblici. Da qui partono diversi itinerari alla scoperta della città .


Cosa vedere

Gli Auberges

In origine gli Auberges erano otto. Destinati ad ospitare i cavalieri, furono costruiti da Gerolamo Cassar, fra il 1571 e il 1590. A testimoniare quel passato restano cinque dimore: Auberge d'Aragon, Indipendent Square, Auberge d'Angleterre et de Bavière, l'Auberge de Castille et Leòn, Castille Place - capolavoro dell'architettura barocca, Auberge d'Italie, Merchants'Street, attualmente sede del Malta Tourism Authority.
L'Auberge de Provence, Republic Street, uno dei primi edifici costruiti da Cassar nel 1571, oggi sede del Museo di Archeologia, ospita una splendida collezione di reperti archeologici tra i quali pezzi significativi maltesi come la Venere di Malta (Venus of Malta) o la Signora Addormentata (Sleeping Lady).

Co-Cattedrale di San Giovanni

Vicino al Museo di Archeologia, St. John's Street, si trova il capolavoro di Girolamo Cassar, la chiesa conventuale dell'ordine, dedicata a San Giovanni Battista. Completata nel 1758, mostra un contrasto evidente tra un esterno sobrio e rigoroso e un interno ricchissimo, vera summa dell'arte barocca.
La volta, decorata dal pittore Mattia Preti, accoglie 18 episodi della vita di San Giovanni Battista che sembrano risplendere in una luce misteriosa. Anche il pavimento, in marmo, è interamente ricoperto di lastre tombali con le insegne dei Cavalieri. Nota di merito all'Oratorio della co-cattedrale che ospita una delle più grandi opere del Caravaggio "La Decollazione" di San Giovanni Battista e il "San Gerolamo".

 

Mediterranean Conference Centre

L'antica infermeria dei Cavalieri.

Costruita nel 1575, ora trasformata nel moderno 'Mediterranean Conference Centre', vale sicuramente una visita, soprattutto per il bellissimo scalone e i corridoi che permettono di respirare ancora l'epoca che fu. Nei suoi pressi è consigliata la visione dello spettacolo multimediale The Malta Experience, 45 minuti di storia maltese, con possibile commento in italiano.

Museo nazionale Belle Arti

Lo splendido palazzo che ospita questo museo fu costruito nel 1571 circa, dopo che l'ordine dei Cavalieri elesse Valletta come principale residenza. Caratterizzato da un magnifico impianto barocco e da un maestoso scalone d'accesso. Le collezioni d'arte occupano i tre piani del palazzo e raccolgonoopere di varie scuole, dal XIV al XX secolo. Fra i vari dipinti esposti, vanno segnalati il Cristo il Redentore di Guido Reni e le stanze dedicate alle opere diMattia Preti, come il Battesimo di Cristo. Non mancano nomi importanti come il Tintoretto, Tiepolo, de Ribera.

Palazzo del Gran Maestro dell'Ordine di Malta

Iniziato nel 1571, su progetto di Gerolamo Cassar, è sempre stato il centro del potere di Malta e rapprenta una vera reggia. Residenza dei Gran Maestrie attualmente sede del Presidente della Repubblica di Malta e della Camera dei Deputati. 

Un interno sontuoso con la sala d'armi, 5700 pezzi da tutta Europa, datati dal XVI sec alla metà del XVIII, la sala delle tappezzerie di Gobelins e la sala rossa o 'degli ambasciatori', che conserva dipinti di Van Loo e Cassarino.

Fortificazioni

Il Porto Grande è circondato da splendidi esempi di fortificazioni maltesi. Alcune di queste sono state utilizzate come set cinematografici: Forte Sant'Elmo, Ricasoli, Manoel, Sant Angelo.
Una crociera può essere una piacevole idea per godersi la visione dal mare.

Mdina, la città del silenzio

Città suggestiva, arroccata su un promontorio roccioso, Mdina vanta fama di un borgo tranquillo e silenzioso. Dai vicoli stretti e dalle splendide facciate medioevali e barocche.
Cattedrale
In stile barocco, dedicata a San Pietro e San Paolo, fu eretta per sostituire una chiesa del XII secolo, distrutta nel 1693 da un terribile terremoto.
Museo della Cattedrale
Costruito nel 1733, in stile barocco siciliano. Ospita collezioni molto varie, comprendenti dipinti, disegni e incisioni tra cui alcuni alcuni del Dürer di maggior valore.

Le tre città del Porto Grande

Vittoriosa, la prima capitale di Malta

Quando l'Ordine si installò a Malta fondò la sua prima capitale nella località di Borgo (in maltese, Birgu). È una città affascinante per la ricchezza di monumenti e l'atmosfera che si respira, ed ha il vantaggio di non esser stata distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Da Vittoriosa Square parte il dedalo di vie della città medioevale, non ancora presa d'assalto dai turisti, e per questo decisamente suggestiva. Qui si trovano diversiAuberge e il Convento delle Benedettine, la prima sacra infermeria dei cavalieri, il Museo Marittimo e il Forte Sant Angelo

Senglea

I Safe Haven Gardens offrono una panoramica sulla capitale e sul Porto Grande.

Cospicua

Centro cantieristico e commerciale ma con alcuni angoli fascinosi.

Siti archeologici

Grotta di Ghar Dalam
In questo sito sono venuti alla luce numerosi animali, fra cui ippopotami e elefanti nani dell'era glaciale.
Hagar Qim
È il tempio megalitico più spettacolare dell'Arcipelago. Appartiene al periodo di Ggantija, 4000 a.C. circa.
Mnajdra
Risale ad un periodo compreso tra il 2800 e il 2000 a.C. e comprende due templi affiancati e un terzo più piccolo.
È protetto da un muro esterno a picco sul mare.
Ipogeo di Hal Saflieni
Tempio sotterraneo, profondo 10 metri, scoperto nel 1902 e oggi patrimonio dell'Unesco. Scavato nel suolo fra il 2400 e il 3000 a.C., è uno dei siti archeologici di maggior fascino.

Corsi di Inglese